Visita al museo Pietro Micca e Pastiss

Visita al museo Pietro Micca e il Pastiss

Sabato 11 giugno, 25 soci del club di Saluzzo hanno visitato La cittadella di Torino, Il Museo Pietro Micca e il Pastiss. La Cittadella è stata una fortezza sabauda simbolo della resistenza del ducato di Savoia nella Guerra di successione spagnola ed al centro dell’assedio del 1706 da parte dell’esercito franco-spagnolo del re Luigi XIV. Venne commissionata dal duca Emanuele Filiberto “Testa di Ferro”, che intendeva dotare la città di moderne difese urbane dopo lo spostamento della capitale del ducato da Chambery a Torino. Il Forte Pastiss era una casamatta posta a protezione ravvicinata della Cittadella costruito tra il 1572 e il 1574. Esso consisteva in una “casamatta di controscarpa”, cioè una fortificazione posta all’esterno del fossato dalla quale si potessero colpire alle spalle i nemici che si fossero calati nel fossato stesso. Inoltre il forte era dotato di un sistema di contromina che serviva a bloccare l’avanzamento delle “gallerie di mina” del nemico nel sottosuolo. Il Pastiss fu parzialmente distrutto tra l’Ottocento ed il Novecento per lasciare spazio alle fondamenta dei nuovi  edifici eretti in quella zona della città. Nel 1958 il colonnello Guido Amoretti iniziò i lavori per permettere l’accesso al pubblico a questa opera attualmente al di sotto del piano stradale. Nello splendido pomeriggio torinese abbiamo potuto rivivere i fatti più significativi di quell’epoca, comprendere con facilità gli elementi caratteristici dell’arte militare del 1600 che hanno permesso ai sabaudi di contrastare l’assedio dei francesi e visitare le gallerie di contromina in cui perse la vita il minatore Pietro Micca. Guida d’eccezione l’architetto Zannoni, massimo esperto delle fortificazioni sotterranee di Torino, che, con grande competenza ed entusiasmo ha raccontato ed accompagnato noi visitatori nelle gallerie mantenute in eccellenti condizioni dal costante lavoro di appassionati e volontari torinesi.”

Guarda le foto: https://www.facebook.com/paolo.francese.9/posts/10208483389875103/?sdialog=1&theater

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *