Monthly Archives: giugno 2017

Passaggio delle consegne Tugnoli-Galleano

Passaggio delle consegne Tugnoli-Galleano

Passaggio delle consegne Tugnoli-Galleano

Il passaggio del testimone ieri sera. Nel discorso di insediamento dell’imprenditore saluzzese l’invito a fare la differenza nel Rotary

Andrea Galleano, saluzzese, classe 1949  imprenditore nei settori delle energie rinnovabili, agribusiness e immobiliare è il nuovo presidente del Rotary club Saluzzo per l’anno 2017 – 2018.

Ieri sera (lunedì 26 giugno 2017 all’Agriturismo La Gallina Bianca) come vuole il  protocollo, ha indossato il collare rotariano ceduto dalla presidente uscente Alessandra Tugnoli. Presenti il Prefetto di Cuneo Giovanni Russo  e il Questore Giuseppe Pagano, rappresentanti di club del territorio e numerosi ospiti.

La past president ha ringraziato chi l’ha sostenuta nell’anno impegnativo ma arricchente al vertice del Rotary Saluzzo, elencando iniziative, services e  relatori delle serate, insieme ai concetti di indirizzo del suo mandato: servizio, amicizia, diversità.

Con le 60  targhette d’oro del collare con i nomi di tutti i presidenti del sodalizio, al sessantesimo anno di fondazione, Andrea Galleano ha iniziato il suo discorso d’insediamento,  dai 19 anni di vita rotariana, essendo socio dal 1998.

“Il Rotary un grande gruppo di amici che a livello locale come internazionale vuole affermare principi etici e di solidarietà” Al centro, delle sue parole  il tema slogan del nuovo presidente Rotary international, Riseley,  “Il Rotary fa la differenza”.

Un invito a fare la differenza con l’impegno e la consapevolezza, riconoscendo  la propria responsabilità nei confronti delle persone e del  pianeta. Tra le sollecitazioni del  nuovo presidente anche quello di  abbassare l’età media dei membri, con l’affiliazione dei giovani nel club.

Di piglio pragmatico la sollecitazione ai soci ( una settantina di cui dieci donne)  “Facciamo la differenza con le azioni come dice Paul Harris (fondatore del Rotary nel 1905) e, il  mondo lo conoscerà per i risultati”.

Tra i ringraziamenti in evidenza, quello alla past president Tugnoli e al presidente incoming Gianni Benedetto.

Andrea Galleano, sposato con la signora Gemma, ha due figlie Federica ( socia Rotary) e Francesca.  Presiede attualmente un gruppo di aziende che opera nel mercato nazionale ed internazionale nei settori delle energie rinnovabili, agribusiness e real estate.

Terminati gli studi da geometra, ha  iniziato la sua esperienza lavorativa nel settore del trasporto pubblico locale fondando nel 1972 la Seag srl. Negli anni 2000 acquista l’ATI Trasporti Interurbani Spa, diventandone amministratore delegato e conducendo poi il gruppo di aziende all’eccellenza nell’ambito dell’innovazione tecnologica, ideando ed avviando il progetto di bigliettazione elettronica BIP, unico a livello italiano.

Nell’anno 2010 cede le sue partecipazioni nelle aziende di Trasporto Pubblico  e decide di sviluppare le nuove attuali opportunità di business.

Ha ricevuto il riconoscimento Paul Harris nel 2008. È un appassionato giocatore di golf ed è socio dell’International Golfing Fellowship of Rotarians.

Tratto da http://www.targatocn.it

 

21Giu/17

Rotarian Network for Aid

Il progetto ha inteso favorire l’inserimento sociale e lavorativo dei giovani disabili adulti,

che, dopo aver completato un percorso scolastico solitamente ricco di stimoli e proposte di integrazione, si ritrovano spesso esclusi da percorsi di inserimento lavorativo o socializzante e perdono in breve tempo le molteplici acquisizioni raggiunte durante il percorso scolastico. Il sistema scolastico italiano è tra i più attenti, nel panorama mondiale, alle esigenze delle persone con disabilità e uno dei pochi a fornire, in tutte le scuole pubbliche, un sostegno didattico ed educativo con personale specializzato oltre a una assistenza personale qualificata. Purtroppo molto spesso il lavoro scolastico, finalizzato a far acquisire agli studenti con disabilità competenze ed autonomia, viene vanificato dalle difficoltà di inserimento dei giovani adulti con disabilità in contesti lavorativi o socializzanti adeguati, disperdendo energie e potenzialità importanti. Negli ultimi anni, infatti, anche gli inserimenti lavorativi protetti, favoriti dalla L. 104/92 e dalla L. 68/99, si sono ridotti in seguito alla crisi economica che ha colpito i settori produttivi e dai pesanti tagli alla spesa pubblica e alle risorse degli enti locali, che finanziavano tali attività. Ulteriore obiettivo del progetto è stato il sostegno alle famiglie delle persone diversamente abili, che temono per il futuro dei propri congiunti, che rischiano di rimanere privi di un sostegno personale ed economico quando i genitori saranno molto anziani o deceduti. Sono stati, pertanto, coinvolti nel progetto studenti ed ex studenti delle scuole superiori saluzzesi in un percorso socializzante, che ha utilizzato il linguaggio teatrale come modalità espressiva coinvolgente. Parallelamente sono stati condotti alcuni laboratori che hanno consentito ai partecipanti di acquisire competenze in diversi ambiti operativi e di produrre oggetti messi in vendita in mercati e fiere per consentire l’autofinanziamento del progetto e la sua prosecuzione. Alcuni ragazzi hanno avuto la possibilità di effettuare stage presso laboratori e aziende, che si auspicano possano sfociare in assunzioni Presidente Alessandra Tugnoli.

Rotary Club Saluzzo

Club aggregati:Rotary Club Savigliano, Rotary Club Mondovì, Rotary Club Cuneo-Alpi del Mare